Latta bianca e d’acciaio

I barattoli per conserve sono principalmente prodotti in acciaio. Tuttavia, poiché l'acciaio si ossida immediatamente una volta esposto all'ossigeno, la superficie del barattolo necessita di una protezione. A tale scopo, si ricorre a un rivestimento di stagno molto sottile. Solo dopo questo trattamento superficiale a base di stagno il barattolo è idoneo all’uso alimentare. Ed è proprio questo rivestimento che conferisce allo stagno il suo colore metallico chiaro. Per tale motivo, spesso si parla di «latta bianca». Un'altra indispensabile qualità degna di nota del rivestimento di stagno è la sua neutralità di sapore.                                                 

Una volta riempito, il barattolo viene sigillato ermeticamente e di solito pastorizzato. Il barattolo per conserve in lamiera d‘acciaio protegge il contenuto dalla luce e garantisce una lunga conservazione degli alimenti. Inoltre è molto stabile, impilabile e poco costoso. E per concludere, questo tipo di imballaggi metallici ha il più alto tasso di riciclaggio di tutti gli imballaggi.

Il ciclo dei barattoli per conserve in acciaio/latta bianca

[Translate to Italienisch:] Einkaufswagen.

1 – Acquisto

Gli Svizzeri consumano in media circa 20 barattoli di conserve all’anno.

[Translate to Italienisch:] Konservendose

2 – Raccolta differenziata

Le etichette di carta vanno rimosse e i barattoli vanno lavati (con l'ultimo risciacquo) e schiacciati completamente, fino ad essere appiattiti. Più un barattolo viene compresso e meno volume occuperà: il trasporto sarà, quindi, meno costoso e più ecologico.

[Translate to Italienisch:] Alu-Weissblech-Sammelcontainer.

3 – Raccolta

I barattoli vengono raccolti nei centri di raccolta comunali insieme ad altri imballaggi in latta d’acciaio e  latta bianca. In alcuni casi, i barattoli vengono raccolti anche insieme agli imballaggi in alluminio. Attualmente, si ricicla circa l’86 percento dei barattoli di conserva venduti in Svizzera.

[Translate to Italienisch:] Magnetabscheider für die Trennung.

4 – Lavorazione

Nel centro di lavorazione più vicino, i barattoli di latta d'acciaio vengono separati dagli imballaggi in alluminio tramite separatore elettromagnetico.

[Translate to Italienisch:] Entzinnung mit Elektrolyse.

5 – Destagnatura

Le frazioni di acciaio differenziate vengono successivamente trasportate, generalmente in treno, all’impianto di destagnatura di Elektrozinn AG a Oberrüti. Qui si provvede a separare l’acciaio dallo stagno mediante elettrolisi.

[Translate to Italienisch:] Zinn wird gelötet und weiterverwendet.

6 – Stagno

Lo stagno separato viene quindi pressato o fuso e può essere reintrodotto nel processo produttivo (p.es. per saldature e applicazioni elettrotecniche) come materia prima nuova.

[Translate to Italienisch:] Ein Mann ist am Schmelzen in einem Werk.

7 – Fonderia

I barattoli in acciaio destagnati vengono lavati e fusi in fonderia.

[Translate to Italienisch:] Anlage zum Giessen.

8 – Colatura

L’acciaio fuso viene colato in barre e successivamente lavorato in un impianto di laminazione.

[Translate to Italienisch:] Verschiedene Nägel.

9 – Materie prime secondarie

L’acciaio recuperato viene utilizzato, ad esempio, per produrre padelle, tubazioni, lamiere per automobili, utensili, cavi e chiodi. Parte dell’acciaio recuperato finisce anche nella produzione di barattoli per conserve.

Cosa va consegnato alla raccolta di acciaio/latta bianca?

Si raccolgono separatamente:

  • Barattoli per conserve (anche verniciati o stampati) e relativi coperchi in latta bianca o d’acciaio
  • Coperchi in latta di bottiglie, vasetti di marmellata, ecc.

Ciò che dovreste sapere in merito alla separazione, alla raccolta e alla restituzione:

  • Il materiale deve essere il più pulito possibile: i barattoli vanno lavati e le etichette rimosse.
  • I barattoli non vanno gettati nel contenitore per i metalli usati.

Vanno consegnati a un'altra raccolta o gettati nella spazzatura:

  • Barattoli di colori, vernici, bombolette spray (⇒ rifiuti speciali)
  • Padelle, viti e simili (⇒ raccolta dei metalli usati)
  • Pezzi di latta bianca di grandi dimensioni e altri pezzi metallici (⇒ raccolta dei metalli usati)

Dove vengono raccolti la latta bianca e l'acciaio?

In tutti i comuni e le città della Svizzera questa frazione viene raccolta separatamente o insieme all’alluminio, a seconda del sistema di raccolta in uso. In quest’ultimo caso, i due metalli vengono separati in un secondo momento senza grande dispendio, utilizzando un separatore magnetico. In ogni caso, la frazione non appartiene alla raccolta dei metalli usati.

Trovate i centri di raccolta nelle vostre vicinanze sulla nostra Recycling-Map.

Vantaggi del riciclaggio della latta e della lamiera d'acciaio

Nel processo di riciclaggio della latta bianca, si provvede a separare l’acciaio dallo stagno. Dal momento che la Svizzera non dispone di propri giacimenti di ferro, l’acciaio destagnato e trattato diventa un materiale pregiato molto richiesto, praticamente equivalente al materiale di base. In una seconda fase, si producono nuovamente barattoli o prodotti secondari, come chiodi, cavi, utensili, padelle, recipienti, tubi, lamiere per automobili ecc. Lo stagno viene utilizzato, tra l’altro, come materiale saldante.

Rispetto alla produzione del metallo ex novo, il consumo di energia si riduce del 60% e l’inquinamento dell’aria del 30%.

In termini di salvaguardia dell’ambiente, ciascuno può fare qualcosa: gettate negli appositi contenitori solo barattoli compressi e appiattiti, perché così in ogni viaggio un camion potrà trasportare il triplo dei barattoli.

Cifre e informazioni di fondo

1tonnellata

di latta/lamiera d'acciaio riciclata risparmia tanto impatto ambientale quanto 14.500 rotoli di carta igienica (FSC). 

Altre cifre indicative sul riciclaggio della latta e d'acciaio

Organizzazione

L’associazione Ferro Recycling è stata fondata nel 1987. Il suo obiettivo era ed è promuovere il riciclaggio dei barattoli per conserve, per preservare le risorse e ridurre l’inquinamento ambientale. Oggi l’86% di tutti i barattoli usati finisce in uno dei 4.000 contenitori presenti sul territorio svizzero.

Relazione annuale